Image11

RSPP e Datore di Lavoro: CASI DI DIVIETO DI COMULABILITÀ DEI RUOLI

RSPP e Datore di Lavoro: CASI DI DIVIETO DI COMULABILITÀ DEI RUOLI

La Corte di Cassazione, sezione penale, con la recente sentenza n. 16562 del 29 aprile 2022, ha stabilito che il Datore di Lavoro non può rivestire la qualifica di RSPP.

Per la Cassazione, il ruolo consultivo e interlocutorio del RSPP deve essere funzionalmente distinto da qualsiasi ruolo decisionale, quale quello datoriale, in quanto occorre evitare commistioni tra ruoli e funzioni strutturalmente diversi, che, inoltre, devono cooperare su piani differenti (decisionale il datore di lavoro, consultivo il RSPP).

La decisione della Cassazione deve ovviamente essere letta alla luce della disciplina che contempla le ipotesi (in particolare, art. 34 DLgs n. 81/2008 che rimanda all’Allegato II del medesimo DLgs – in calce -) in cui lo svolgimento diretto di tale funzione è consentito al Datore di Lavoro.

ALLEGATO II – Casi in cui è consentito lo svolgimento diretto da parte del datore di lavoro dei compiti di prevenzione e protezione dai rischi

1. Aziende artigiane e industriali (1)………..fino a 30 lavoratori

2. Aziende agricole e zootecniche…………..fino a 30 lavoratori

3. Aziende della pesca…………………………..fino a 20 lavoratori

4. Altre aziende ………………………………….fino a 200 lavoratori

(1) Escluse le aziende industriali di cui all’art. 1 del d.P.R. n. 17 maggio 1988, n. 175, e successive modifiche, soggette all’obbligo di dichiarazione o notifica ai sensi degli articoli 4 e 6 del decreto stesso, le centrali termoelettriche, gli impianti ed i laboratori nucleari, le aziende estrattive e altre attività minerarie, le aziende per la fabbricazione ed il deposito separato di esplosivi, polveri e munizioni, le strutture di ricovero e cura sia pubbliche sia private.

Oltre tali ipotesi occorre rimarcare che la confusione dei ruoli e l’accentramento del ruolo di RSPP da parte del Datore di Lavoro è indice di un colposo difetto di organizzazione che ricade sul Datore di Lavoro stesso.

Preme ricordare inoltre che il Datore di Lavoro che sceglie di rivestire il ruolo di RSPP, ove concesso dalla sopra citata normativa, deve svolgere un preventivo corso di formazione riconosciuto dalla Regione Toscana (di durata variabile in base alla classe di rischio dell’azienda) e procedere al suo aggiornamento periodico.

Il corso di formazione è erogato da agenzie formative accreditate a seguito di riconoscimento da parte della Regione Toscana ed è, per la sua particolare tipologia, di non frequente attivazione.

Delta Formazione, di concerto con agenzie del territorio, sta raccogliendo le adesioni per poter attivare il corso al raggiungimento del numero minimo richiesto.

E’ inoltre possibile consultare il Catalogo dell’Offerta Formativa della Regione Toscana per valutare l’attivazione del corso presso altre sedi regionali https://www.regione.toscana.it/-/catalogo-dell-offerta-formativa .

Restiamo a disposizione per eventuali chiarimenti ritenuti necessari.

Delta Consulting s.r.l.